Homepage > Hai bisogno di aiuto? > Guida > Finanziamenti: credito finalizzato e pagamenti rateali

Finanziamenti: credito finalizzato e pagamenti rateali

Il credito finalizzato è la tipica forma di finanziamento alla quale si ricorre per l'acquisto di un bene o di un servizio. Il nome è dovuto al fatto che il presupposto essenziale per questo tipo di credito è lo stretto legame con l’oggetto dell’acquisto che viene anche specificato nel contratto. Gli attori di questo contratto sono tre:

Il cliente sottoscrive di fronte al venditore un contratto di credito al consumo fornendo i documenti che, di regola, sono necessari:

Naturalmente l’età del contraente deve essere superiore ai 18 anni.
Dopo una fase di valutazione il venditore riceverà immediatamente dalla banca o dalla finanziaria l’importo complessivo dell’acquisto, mentre il cliente sarà impegnato a rimborsare all’intermediario lo stesso importo oltre un interesse aggiuntivo.
L’importo delle rate e la loro distribuzione nel tempo sono stabiliti con precisione alla stipulazione del contratto di finanziamento.
Gli indicatori di tasso applicati in un’operazione di credito finalizzato sono il T.A.N. (tasso annuo nominale) e il T.A.E.G. (tasso annuo effettivo globale).

 E' bene sottolineare che contratto di acquisto e contratto di finanziamento sono due cose distinte.
L’impegno del consumatore nei confronti del finanziatore di rimborsare puntualmente le rate deve essere rispettato anche nell’eventualità che si manifestino malintesi tra venditore e consumatore, in caso di anomalie o mancato funzionamento del prodotto.


Chi concede i finanziamenti

L’acquisto rateale di beni e servizi attraverso il meccanismo del credito al consumo può essere concesso mediante l’intervento di:

Di conseguenza il contratto di finanziamento può essere sottoscritto: