Il contratto di Finanziamento

Forma

Il contratto di finanziamento deve essere redatto per iscritto; in caso contrario deve considerarsi nullo.

Le copie redatte sono due una delle quali viene consegnata al cliente. Nel caso si tratti di un credito finalizzato sottoscritto in un negozio fisico le copie sono tre e una viene trattenuta dal venditore.
Se si fa richiesta di finanziamento on line il cliente può stamparsi direttamente il contratto in due copie: una da conservare e una da spedire alla finanziaria o alla banca debitamente firmata.

Il contratto deve indicare con chiarezza:



Documenti richiesti per la concessione dei finanziamenti

Contestualmente alla firma del contratto il cliente deve presentare:

Le informazioni richieste per la sottoscrizione del contratto di finanziamento servono all’ente che eroga il credito per effettuare la valutazione della pratica e possono essere comunicati a soggetti che svolgono attività collegate (centrali di rischio per la tutela del credito).

Le banche o società finanziarie possono richiedere per la loro metodologia di studio informazioni aggiuntive sul cliente. Tuttavia, secondo le disposizioni delle leggi sulla tutela della privacy, il cliente riceverà tutte le informazioni sulle modalità e le finalità del trattamento dei dati personali, sui diritti di cui gode e sui soggetti a cui i dati potranno essere comunicati.

Il cliente potrà inoltre fornire o negare per iscritto il consenso al verificarsi di particolari trattamenti dei propri dati personali, ma è opportuno che la decisione venga presa dopo aver letto con attenzione la normativa.


Tipologie di contratto di finanziamento

Esistono due forme di contratto di finanziamento:

  1. contratto che prevede la firma contestuale sia del cliente che della banca/finanziaria. In questo caso gli obblighi contrattuali scattano per entrambe le parti immediatamente dopo la firma;
  2. contratto sottoscritto solo dal cliente, ad esempio on line, (completo dei suoi dati personali e delle condizioni economiche applicabili) che rappresenta una ‘proposta’ dello stesso ma che diventa un contratto vero e proprio con la lettera di conferma con cui l'ente erogatore dichiara di accettarla.


Diritto di recesso

Il cliente ha la possibilità di recedere dal contratto di credito entro 14 giorni dal ricevimento della conferma dell’avvenuta conclusione del contratto, senza penali e senza alcun effetto sul contratto di compravendita del bene/servizio, mediante:

Entro trenta giorni dall’invio della comunicazione di recesso, il cliente dovrà restituire il capitale e gli interessi giornalieri ( indicati nelle Condizioni Economiche del contratto) maturati dal momento del finanziamento al momento in cui l’Ufficio “Gestione Recesso” riceve la raccomandata inviata dal cliente per recedere dal contratto.


NullitÓ del contratto di finanziamento

E' da considerarsi nullo il contratto di finanziamento che non è redatto per iscritto.
Nel caso di clausole mancanti o nulle il contratto è ritenuto comunque valido e si procede nel seguente modo:



Rimborso anticipato totale o parziale dei finanziamenti

Il cliente che abbia sottoscritto un contratto di finanziamento può decidere in ogni momento di rimborsare anticipatamente, in tutto o in parte, l'importo dovuto al finanziatore. In tal caso il consumatore ha diritto ad una riduzione degli interessi e dei costi dovuti per la vita residua del contratto. > Maggiori informazioni


Lettera di conferma

Dopo la sottoscrizione del contratto di finanziamento è regola l’invio a domicilio del cliente di una lettera di conferma nella quale vengono riepilogate con chiarezza le condizioni applicate.


Comportamenti

Per tutta la durata del contratto il cliente è tenuto a rimborsare alla banca o società finanziaria l’ammontare del capitale ottenuto più gli interessi.

Il rimborso avviene attraverso delle rate alle scadenze e con le modalità concordate nel contratto e il pagamento può essere fatto tramite bollettini postali, addebito sul c/c bancario, ecc. e’ importante ricordare che l’ente erogatore non invia alcun avviso alla data di scadenza delle rate. Quindi occorre porre la massima attenzione al rispetto delle scadenze.

Durante il corso della durata del contratto, nel caso che cambino i dati personali del consumatore (recapito, numero telefonico, ecc.) è necessario che le modifiche vengano comunicate con tempestività per evitare possibili disguidi.

Vuoi approfondire ulteriormente il tema "Finanziamenti"? Visita le seguenti sezioni del sito:
Prestiti online Estinzione anticipata | T.A.N. | T.A.E.G.